FAQ

Ha ulteriori domande?

Se non avesse trovato risposta alle Sue domande, non esiti a contattarmi!

Modulo di contatto

Volentieri avrà la possibilità di conoscermi durante un primo colloquio conoscitivo e senza impegno, durante il quale effettuerò una prima valutazione dello stato dei Suoi capelli per poter stimare i costi del trapianto di capelli. In seguito potrà decidere con tutta calma se accettare o meno la mia offerta. Per concordare un colloquio personale, La prego di contattarmi per telefono o per e-mail.Mi sta molto a cuore l’assistenza individuale di ogni paziente, per questo effettuo personalmente la consulenza, l’intervento e i necessari controlli post-operatori.

L’operazione viene eseguita sotto anestesia locale, per questo non è assolutamente dolorosa; tuttavia la zona da cui è stato effettuato il prelievo potrà essere un po’ sensibile nei tre giorni seguenti, ma la sensazione potrà essere facilmente eliminata con degli analgesici leggeri. Molti pazienti sono sorpresi dalla semplicità della procedura e ritengono che una visita dal dentista sia di gran lunga peggiore.

La maggior parte dei chirurghi tricologi utilizza il metodo FUE (Estrazione delle Unità Follicolari), che tuttavia comporta degli svantaggi per i pazienti. Innanzitutto bisogna rasare completamente la nuca, l’estrazione dei capelli richiede molto tempo e, inoltre, si perde il 20-30% dei follicoli. E’ quindi particolarmente sfavorevole se i capelli rimanenti sono pochi. Anche in caso di buona cicatrizzazione, questo metodo lascia comunque tante piccole cicatrici rotonde.Un ulteriore metodo è la “S&P Extraction”, che è più complesso e lungo per lo specialista, ma offre i risultati migliori al paziente. Personalmente, lavoro esclusivamente con questo metodo, che consente di evitare tanti svantaggi del metodo FUE. Con la mia tecnica operatoria vengono prelevati fino a 120 piccoli innesti di capelli (graft standard). Questi, tramite una tecnica complessa, vengono ulteriormente suddivisi in fino a 1400 micro-graft, che sono a loro volta costituiti da uno a tre capelli. In seguito questi vengono impiantati nelle zone prive di capelli, preventivamente accuratamente preparate. Ogni singolo capello prelevato viene impiantato senza perdite e, come cicatrice, rimane solo una sottile linea a mala pena visibile.

L’operazione in sé viene effettuata sotto anestesia locale e in un’atmosfera piacevole. La durata varia da tre a sette ore. Per il prelievo è necessario rasare un’area di uno, due centimetri sulla nuca e non tutti i capelli. In seguito vengono estratte la radice del capello assieme all’unità follicolare, grande circa cinque millimetri. Dopo aver effettuato la separazione delle unità follicolari (grafts splitting), queste vengono impiantate nelle aree alopeciche del riporto o della fronte, da cui erano stati preventivamente asportati piccoli lembi di pelle. Per ottenere un risultato naturale, è importante rispettare il senso di crescita dei capelli; inoltre è decisivo preparare bene l’attaccatura dei capelli. In questa fase l’esperienza dello specialista e un’adeguata dose di creatività sono ugualmente importanti. Il processo di guarigione dura solo pochi giorni, dato che il cuoi capelluto è una zona ben irrorata. Infine le radici dei capelli sono ben radicate e, dopo circa tre mesi, inizierà a crescere il nuovo capello. Per risultati il più possibile perfetti sono solitamente necessarie due operazioni a distanza di tre mesi.

Durante un trapianto di capelli si prelevano i capelli da una zona della testa (area donante) e li si impiantano in un’altra (area ricevente).

In linea di principio, chiunque può sottoporsi ad un trapianto di capelli. Eventuali limitazioni dovute al caso specifico vengono chiarite durante una consulenza personale.

Le persone che soffrono di perdita di capelli accentuata sono tante; se questo problema colpisce anche voi, vi suggeriamo di prendere appuntamento per una consulenza personale.

No, un autotrapianto di capelli non provoca cicatrici visibili dall’esterno, o simili. L’obiettivo del trattamento è un risultato sia esteticamente piacevole, sia naturale.

Anche in questo caso non ci sono limiti generici.

Purtroppo no; per ricevere un’offerta, vi raccomandiamo di prendere appuntamento per una consulenza personale.

Raccomandiamo di fare attenzione se l’offerta viene fatta sulla base dei follicoli piliferi; si tratta di proposte che sembrano allettanti e il costo pare adeguato, anche se molto elevato. Tuttavia non avrete la possibilità di verificarlo, dato che da soli è impossibile contarsi i capelli. Quindi, il prezzo potrebbe essere calcolato a vostro discapito.

Non esiste un tariffario perché il costo dipende dal numero di autotrapianti necessari. Per chiarimenti, suggeriamo di prendere appuntamento per una consulenza gratuita.

In caso di tessuto cicatriziale dovuto a incidenti oppure operazioni in seguito a malattia, si tratta di un’indicazione medica. In questo caso il chirurgo può inviare all’assicurazione sanitaria una richiesta di assunzione delle spese, ma sarà l’ente stesso a decidere se assumersi i costi o meno. In caso di interventi di natura puramente estetica, l’assicurazione non si assume alcuna spesa.

Diversamente dai grandi centri, mi occupo personalmente della consulenza, dell’operazione e del controllo di follow-up. Quindi vi aspettano assistenza eccellente da parte di una sola persona senza dovervi rivolgere a intermediari, che, spesso, vi seguono in modo anonimo e dietro pagamento di provvigioni.

Sì, nel corso di questo colloquio vi darò importanti informazioni sulla terapia e avrete la possibilità di chiarire altri dubbi.

No, la consulenza personalizzata è gratuita.

Anche a questo riguardo, qui potete trovare una spiegazione: Metodo

Anche a questo riguardo, qui potete trovare una spiegazione: Metodo

La durata di un autotrapianto di capelli dipende soprattutto dal numero delle sedi di impianto e degli autotrapianti necessari; di solito va dalle 2 alle 6 ore.

No, è assolutamente sufficiente un’anestesia locale.

No, grazie all’anestesia praticata nelle aree di prelievo e impianto, l’operazione è indolore.

La forma e la vistosità delle cicatrici dipendono fortemente dal tipo di tecnica operatoria scelta; quella da noi utilizzata praticamente non provoca alcuna cicatrice visibile.

No, ma nonostante questo non si creeranno aree calve sulla nuca. Saremo lieti di fornirvi tutte le spiegazioni.

Dopo l’impianto nell’area ricevente, i capelli trapiantati proseguono la loro crescita naturale.

No, la ricerca sulla clonazione dei capelli esiste e procede spedita, ma ad oggi non è ancora una realtà.

No, purtroppo non è possibile.

Teoricamente sì, tuttavia i risultati estetici non sarebbero soddisfacenti a causa della differente struttura pilifera.

Prima dell’operazione non è generalmente necessario modificare nulla del proprio quotidiano. Per i dettagli, richiedete la mia consulenza personalizzata.

No, al contrario. Per l’operazione preferisco una lunghezza di almeno 3 cm.

L’anestesia locale può durare fino a 7 ore.

Dopo l’operazione

Dopo un ATC sulla fronte, si possono originare gonfiori che tuttavia dovrebbero rientrare dopo massimo 7 giorni

Dipende soprattutto da fattori personali, tuttavia di solito la guarigione rientra nei parametri della normale cicatrizzazione che va dai 7 ai 14 giorni.

Come per ogni altro tipo di operazione, le ferite vanno trattate con cura e protette dal sole. Se avete domande a questo riguardo, richiedete la mia consulenza personalizzata.

Fra le 10 e le 12 settimane dopo l’operazione i capelli iniziano a crescere di circa 1 cm al mese.

Teoricamente non ci sono limiti, però di solito non servono più di tre sedute.

No, dopo la guarigione completa i capelli trapiantati possono essere trattati come di consueto.

Sì, i capelli trapiantati possono essere trattati come tutti gli altri.